Il blog di Stanze, un taccuino da viaggio, il backstage delle nostre storie, un diario dove tenere il passo, annotare storie e scoperte, prendere appunti e, ogni tanto, fare il punto, andare a capo e ricominciare.

Diario di bordo

L’inizio di settembre coincide sempre con un sospiro di sollievo. Almeno per me. Qualcuno torna a rispondere alle mail, il telefono inizia a squillare e non è solo per mettersi d’accordo sulla serata. Finisce quel torpore collettivo imposto dal periodo agostano, il “riposo telecomandato”, come scriveva Dino Amenduni, in cui è obbligatorio, nell’ordine, staccare, divertirsi, vivere alla giornata, non pensare.

Leggi il diario