E infine aranci imbandierati e carichi,
spine e raffiche
di dolcezza nei fichi d’India, uomini
traballanti sui carri
vuoti
per caricare il tufo dalle cave,
col cane morto di sonno. 

E stagioni dal becco sottile
di cicogna, che si spulciano il petto,
che prendono pietre da terra
e le buttano più in là.

Vittorio Bodini

 

 LE TORRI

Vedette a picco sul mare, le torri d’avvistamento del Salento segnano l’intero litorale, dallo Ionio all’Adriatico, un tempo avamposti delle fortezze, preziose sentinelle, oggi osservatori abbandonati e malinconici, intrisi di salsedine. Le prime torri sono state costruite dai Bizantini, per difendersi dalle incursioni longobarde, ma sono stati gli Spagnoli, durante il regno di Carlo V nella seconda metà del Cinquecento, a elaborare un sistema di vigilanza accurato e capillare.

Vai alle storie

 

I CASTELLI

Se le torri costiere servivano ad avvistare il nemico proveniente dal mare e a organizzare la resistenza all’assedio, i castelli nel Salento avevano la funzione di incutere timore nel turchi e negli infedeli e rassicurare la popolazione della maestosità e della forza del sovrano. Decidere di bussare alle porte dei castelli del Salento significa addentrarsi in un viaggio lungo secoli.

Vai alle storie

 

I SANTUARI

Ogni cappella, chiesetta, cripta, in possesso di sacre reliquie, oggetto di venerazione, custode di sepolture illustri, o sorta sul luogo di una apparizione miracolosa può definirsi santuario. Un titolo religioso di cui si fregiano minuscole cripte ipogee e maestose basiliche, un’etichetta democratica, come poche nella gerarchia ecclesiastica. La Puglia è una delle regioni in cui si contano più santuari in Italia. Sparpagliati lungo tutto il territorio, se ne ritrovano poco meno di 200, mariani e non mariani.

Vai alle storie

 

I FARI

L’ideale sarebbe averli di fronte, osservarli dal mare, ritte sentinelle, occhi vigili sulla distesa azzurra, amalgamati al brillio delle tante luci notturne della città. O ancora, andare a conoscerli di persona, bussare alla porta di queste stanze solitarie a picco sul mare, inerpicarsi lungo le scale interne, dominare l’orizzonte dall’alto. Il Salento custodisce alcuni tra i più importanti fari del Mediterraneo.

Vai alle storie