Il Salento raccontato, quello delle strade blu annotate di fretta sui taccuini, quello degli studi antropologici, delle storie frutto dell’invenzione, delle autobiografie che hanno come decoro due mari e un pugno di terra rossa.

Tra queste pagine, troverete consigli di letture salentine, per addentrarvi tra le parole di questa terra e imparare a leggerla tra le righe.

LE OMBRE DI GIOVANNI BERNARDINI

Piegato sulla scrivania, seduto in poltrona, sorpreso sul far della sera assorto, con la fronte aggrottata, Giovanni Bernardini, classe 1923, si ritrova davanti alla sua ombra. Interlocutrice impietosa, è con lei che, all’ora del tramonto, lo scrittore, d’origini pescaresi, ormai salentino, imbastisce un dialogo notturno, una sorta di confidenza, un lascito letterario, per rimuovere qualche vecchio sassolino, chiarire malintesi, chiedere scusa e abbandonarsi a quella “libertà vesperale” del dire, senza curarsi troppo delle conseguenze.

Vai alla recensione

3 GIUGNO 1981. IL GIORNO DOPO

Una seconda opportunità, per vivere la vita come si è sempre desiderato, senza aspettare più, senza chiedere il permesso. Un giorno in più, un altro ancora, per ritornare sui propri passi e cambiare rotta, una virata necessaria quando le giornate iniziano ad assomigliarsi e l’esistenza ormai “è più prosa che poesia”. È un viaggio spazio-temporale quello che Rino Gaetano intraprende tra le pagine del libro di Davide Carrozza, scrittore gallipolino, classe 1979, oggi insegnante a Padova, al suo romanzo d’esordio.

Vai alla recensione

 

SULLE STRADE DEI LIBRI

couv

C’è un particolare tipo di lettore per il quale solo un altro tipo di attività può essere preferito alla lettura di un libro: la lettura di un libro sui libri. O sulla lettura. O sulle librerie, le case editrici, gli scrittori, le abitudini dei scrittori, le correnti letterarie. Penso di far parte di questa schiera di appassionati della metalettura, se così si può chiamare.

 

Vai alla recensione